…e così i giorni tanto attesi sono arrivati,

mi aggrappo al tuo collo…

oh mia piccola fiamma

quanta luce mi doni?

Non c’è più oscuità con te accanto

solo il desiderio di averti…

Chi siamo io te se non frammeti di un unico io?

Respira con me,lascia che i nostri petti si sfiorino

Ti parlo con gli occhi, le parole non servono

Ti parlo col cuore, l’esterno non esiste

solo io e te…

e non piangere se la vita tramonta

perchè chi ama non muore mai

(dedicata al mio frammento di "io" che rivedo domani. E sono sicura che anche lui mi stia dicendo le stesse cose…si comunica col cuore, quando gli occhi sono distanti… Un bacione a tutti)

Annunci

Tetractys (I) –  Eufemiag (II)
Fiore di pesco
sulla coltre di neve
fredde lacrime

come nudi germogli
in balia del vento

Dispiego le ali
disegnando arabeschi
oscura notte

Poi tutto s’illumina
ritorna primavera