Sui panni stesi
Vento primaverile
Altro profumo

Freschezza ritrovata
Sulla pelle d’inverno

-StregaLunare-

Bucato nella cascina By F.Mirri

Annunci

tappeto di stelle

vola lesto sui seni

s’ inebria di Sole.

Profumi di baci dorati

dolce caldo notturno.

                                                 FL

Cade profondo
di quel velo etereo
sui tuoi bei fianchi

il sublime ricamo
tra nudi arabeschi.

Di Samarcanda
gl’odori e le spezie
ancora fresche

giacciono lungo l’harem
con esaudita gioia,

finché perfusi
tra nidi di rondine
e tappeti persiani

come limpide fonti
siano gl’oli e gl’umori.

Del resto, schiava
tu sei più d’ogni altra
di quel corpo danzante

alla muta condanna
d’un tirannico ardore.

Nulla così può
una lubrica danza
anche salvarti

da quel notturno giogo
di colui che il cuore

lento inebria
con rubicondo succo
di papavero,

quando della rea Bagdàd
egli era solo un ladro.

Sinbad, il nome
del segreto amante,
colui che ora

furtivo ha rapito
del tuo oblio, l’amore.


Piero della Francesca "Resurrezione" - 1463/65
Campane a festa
inneggiano alla gioia
Resurrezione
Canto di primavera
su germogli d'amore
Buona Pasqua a tutti gli amici di Ama no gawa !
-Maya-

voce di fuoco

danzano ombre di vento

voci suffuse.

Visi come kimono

sibili di lievi passi.

                                               FL

bacia il giunco

verde specchio di Sole

volto d’argento.

Sorridono salici

canti della nostra gioia.

                                                 FL