Golden Week in Japan!

La Golden Week (ゴールデンウィーク, Gōruden UÄ«ku) – in italiano, settimana d’oro -, detta anche Ōgata renkyÅ« (大型連休) o Ōgon shÅ«kan (黄金週間), è una espressione giapponese che definisce il periodo in cui cadono le seguenti festività pubbliche:

29 aprile
– Festa del verde
(みどりの日, Midori no hi), fino al 2006
– Shōwa Day (昭和の日, Shōwa no hi), dal 2007

3 maggio
– Festa della Costituzione
(憲法記念日, Kenpō kinenbi)

4 maggio
– Festa del popolo
(国民の休日, Kokumin no kyūjitsu), fino al 2006
– Festa del verde (みどりの日, Midori no hi) (dal 2007)


5 maggio
– Festa dei bambini (こどもの日, Kodomo no hi), detta anche Festa dei ragazzi (端午の節句, Tango no sekku)

Il 1°maggio, noto anche come Festa del lavoro (労働祭, Rōdōsai) non è considerato festa nazionale, ma viene tuttavia garantito come giorno di ferie da molte aziende. Quando una festività pubblica cade di domenica, il giorno successivo che non sia già un giorno di vacanza diventa tale per quell’anno.

Storia
Le leggi sulle feste nazionali, promulgate nel luglio del 1948, enunciavano 9 festività ufficiali. Visto che molte si concentravano in un’unica settimana che andava dalla fine di aprile all’inizio di maggio molte industrie dell’intrattenimento constatarono considerevoli picchi di vendite. L’industria cinematografica non fece eccezione. Nel 1951 il film “Jiyu Gakkou” incassò di più durante questa settimana piena di ferie che in ogni altro periodo dell’anno. Questo suggerì al consigliere delegato della Daiei Films di chiamare questa settimana "Golden Week", sulla base dell’espressione propria del gergo radiofonico giapponese "golden time", con la quale ci si riferisce il periodo con il maggior numero di radioascoltatori.
Al tempo il 29 aprile era il genetliaco di Hirohito (裕仁) o Showa-Tennō (昭和天皇) (29 aprile 1901 – 7 gennaio 1989), che è stato imperatore del Giappone dal 1926 al 1989. Dopo la sua morte, nel 1989 la festività fu rinominata "Festa del verde" (o anche Greenery Day), giornata dedicata alla natura. Da quest’anno,
 la Festa del verde si celebrerà il 4 maggio, mentre il 29 aprile è stato rinominato Showa Day per commemorare il defunto imperatore.

Foto scattata a Shinjuku Gyoen, Tokyo, Japan, durante il Midori no Hi del 2004

Oggi
Molti giapponesi si prendono le ferie per i giorni di lavoro che si interpongono tra le festività, ma alcune aziende chiudono completamente e garantiscono agli impiegati le ferie pagate. Essendo il più lungo periodo di vacanza dell’anno, per molti lavoratori giapponesi, la Golden Week è un periodo molto indicato per i viaggi. Destinazioni estere, come i paesi dell’entroterra asiatico, Guam, Saipan, le Hawaii e città della costa ovest USA come Los Angeles, Seattle e San Francisco, in questo periodo accolgono molti turisti giapponesi.

Estratto da Wikipedia.org

Kodomo no hi

(Il Giorno dei Bambini)

musha-ningyo

Il Giorno dei Bambini, che cade il 5 maggio, durante la golden week, un tempo era chiamato Tango no sekku ed era un giorno in cui si augurava una crescita sana ed una carriera piena di successo ai ragazzi.
Kodomo vuol dire solo bambini, ma la festa è per i bambini maschi.
La famiglia che ha un bambino, espone nella casa il Kabuto (elemetto di samurai) o una bambola (maschio) vestita da guerriero (musha-ningyo).
Fuori di casa vengono attaccati a delle aste striscioni a forma di carpa che svolazzano nel cielo, i Koinobori, vale a dire Risalimento di Carpe.
Il dolce che si mangia molto a Kodomo no Hi, è Kashiwa mochi: un dolce diqriso, avvolto con la foglia di Kashiwa (Quercia). Si mangia anche Chimaki (gnocchi di riso avvolti in foglie di bambù), ma è un dolce meno popolare.
Anticamente, il mese di maggio era considerato un mese di cattivo auspicio e il quinto giorno di questo mese era considerato particolarmente infausto. Infatti, l’antico Tango no sekku era una festa annuale di purificazione rituale dalla corruzione.
In questo giorno, è costume fare un bagno nell’acqua calda con foglie di iris, poiché si credeva che queste foglie avessero non solo proprietà curative, ma che potessero anche scacciare il male.

Koinobori

Fonti: Bandiere del Giappone, Feste giapponesi

Annunci

Giorni di guerra
inseguendo Libertà
Vite recise

Gratitudine e festa
per non dimenticare

-Maya-