Opium, renga liberamente ispirato al libro di Maxence Fermine

Dacqua e di vetro
nel prezioso miscuglio
infusi di Té

galleggiano sì lievi
sulla torbida anima

Opium, essenza:
viaggiando  tra i segreti
di antichi riti,

musiche miste ad acqua
di color verde e nero

Sotto la pioggia
è ossessione ed è  sogno
tra vita e morte:

la mente soggiogata
passione travolgente

Quattro segreti
mistero  di colori
celeste impero

nero verde blu bianco
le tinte,  dell’amore

“Vedendoti sognare così, in questa musica d’acqua e di vetro, per un istante ti ho immaginato laggiù, in Cina, sotto la pioggia.. nelle piantagioni di tè.”

**

Eufemia

Renga liberamente ispirato ad Opium, romanzo di Maxence Fermine
Per notizie cliccare qua

Inghilterra, 1838. Charles Stowe, figlio di un ricco mercante, parte per l’Estremo Oriente alla ricerca del tè più delicato. Nelle Indie scoprirà l’esistenza del misterioso tè bianco, il cui commercio è nelle mani dell’altrettanto misterioso Lu Chen. Ossessionato dal tè, ma soprattutto dalla bellissima Loan, moglie di Lu Chen, Charles accetta un patto pericoloso: in cambio di un carico d’oppio, potrà passare sette giorni in compagnia di Loan, ma se alla fine non avrà la forza di partire abbandonandola, dovrà pagare con la sua vita.

Annunci

Chiama la luna
oltre il blu della notte
visioni d’acqua