La ballata di Lady Shalot – by Eufemia

Ascoltando Navadrom dei Lingalad qua

 

Dorme lady Shalot
il sonno eterno avvince
l'ultimo sogno

ride l'orrendo speziale
occulto quel veleno

Aguzze cime
ove padrone il falco
dal becco adunco

dispiega le ali nere
sulla maestosa valle

Buia la foresta
ove sorge palllido
il primo raggio

del sole del mattino
dietro le nere torri

Calme son le acque
del nebbioso lago blu
giunchi su sponde

e boccioli di rosa
dall'eterno profumo

Fiore sul cuore
di linfa nuova accende
i sopiti sensi

ribolle il rosso sangue
tra i suoi roridi seni

Innnanzi al fuoco
una ballata d'amor
soave è quel canto:

di Lady Shalot si narra
e della morte, vinta


 

Eufemia

Negli antichi tempi si narrava di una fanciulla, ancor giovine, il cui destino incontrò quello di un uomo avido, che invidioso della sua bellezza e della sua posizione sociale, le diede una triste morte. Un giorno egli andò da uno speziale la cui fama travalicava i confini del regno, il quale preparò un intruglio venefico destinato alla fanciulla. Ella lo bevve senza avere sentore della fine imminente e cadde a terra, senza vita.
Un fiore portato dal vento, una notte volò sul suo cuore senza vita e scivolò sui suoi seni, ed i suoi petali dalle virtù misteriose, ne risvegliarono la vita oramai sopita.
Lady Shalot venne celebrata nelle ballate di corte, attraverso i secoli e la sua bellezza fu affidata alla voce soave dei cantori che davanti ai fuochi, ne cantarono il nome che in eterno, fu affidato al fiume del Tempo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in renga. Contrassegna il permalink.

One thought on “La ballata di Lady Shalot – by Eufemia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...