Haiku

 

 

Beffardi sogni
Calpestano primule
Svolazzan albe

Copyright © versi by Rosemary3

Annunci

Miyako Odori – La danza del ciliegio

https://i0.wp.com/www.kyoto.travel/kspc/img/photo/039.jpg

– foto dal web –

leggera l’aria
la danza del ciliegio
-teatro in attesa

*

Lucia

* Le esibizioni di danza sono spettacolari e radunano un pubblico entusiasta da ogni parte del mondo. Il Miyako odori (La danza del ciliegio) ha luogo nel mese di aprile nel teatro delle Geishe, il Kaburenjo.

* Frase tratta dal libro STORIA PROIBITA DI UNA GEISHA, una storia vera, Mineko Iwasaki con Rande Brown

Hanami – Haiku

tra vecchi tronchi
ideogrammi scolpiti
– storie di uomini

*

Haiku di Eufemia

Ancor’ oggi, i giapponesi continuano la tradizione dell’ Hanami, raccogliendosi in gran numero ovunque si trovano gli alberi fioriti ; migliaia di persone affollano i parchi per tenere feste sotto i rami in fiore ed a volte questi festeggiamenti proseguono fino a tarda notte. In più della metà del Giappone, il periodo della fioritura dei ciliegi coincide con l’inizio degli anni scolastici e del lavoro dopo le vacanze e, così, le festività di accoglienza di tali inizi sono spesso aperte proprio con l’Hanami. Il popolo giapponese prosegue la tradizione dell’Hanami prendendo parte a passeggiate in processione nei parchi per vedere la fioritura e questa viene ritenuta una forma di ritiro per contemplare e rinnovare i propri spiriti.
Di solito, la gente si reca ai parchi per prendere i posti migliori per il festeggiamento dell’Hanami, con amici, parenti, colleghi di lavoro, con molte ore di anticipo o addirittura molti giorni prima. In città come Tokyo, è comune il festeggiamento notturno, chiamato yozakura (夜 桜, letteralmente “Sakura di notte”) e in molti luoghi, come il parco di Ueno, si appendono le tipiche lanterne di carta per l’illuminazione notturna, che vengono poi rimosse a feste ultimate

Allo specchio

Il vecchio tronco

vede il suo doppio essere

– si confonde

 

Il vero volto affoga

dentro lo specchio d’acqua

***

Flavia

Grazie alla cara amica Ferny  Ferdy per questa splendida immagine: una delle tante che compongono i suoi straordinari album fotografici.