Quando Edo rideva, la recensione di Santino Cicala

Recensione approfondita di Santino Cicala del libro “Quando Edo rideva”, 108 senryū a cura di Valeria Simonova-Cecon.

CINQUESETTECINQUE

%d0%ba%d0%be%d0%b3%d0%b4%d0%b0-%d1%8d%d0%b4%d0%be-%d1%81%d0%bc%d0%b5%d1%8f%d0%bb%d1%81%d1%8f

Ho comprato letto e riletto il libro di Valeria Simonova Cecon “Quando Edo rideva”. Mi ha così coinvolto che non posso fare a meno di scriverne.
Prima di tutto lo stile. Colpisce la sua essenzialità, cioè l’assoluta assenza di posa letteraria: la scrittura è funzionale e il solo scopo dell’autrice è trascrivere le nozioni in suo possesso su usi e costumi e su taluni personaggi reali o mitologici, o sapidamente mitizzati dall’ironia popolare. Capita a volte che Valeria Simonova opportunamente lasci il tono asciutto e così realizza commenti saporosi che aumentano il gusto della lettura.
Lungo il percorso, di pagina in pagina, si incontrano figure diverse, come Nitta, un generale di rilievo storico, o Musashibō figura indubbiamente mitologica o se riferita a un uomo realmente vissuto è talmente mitizzata da raggiungere livelli di incredibilità persino per gli utenti più creduloni.
A proposito delle gesta di Nitta c’è qualcosa che riguarda…

View original post 725 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...