Haibun

Nuvola vagante

In coda nella periferia genovese,  la strada corre lungo il mare. In realtà sto lavorando e non ho fretta. Il mio sguardo si posa su una piccola barca  da pesca che prende il largo al tramonto. Il roseo che avvolge  il mare è  spezzato dalla sua scia, che lenta si richiude.  A poppa un uomo, dirige la barca. Veste una cerata gialla,i capelli sono grigi,il motore della barca di legno ha un suono regolare, lento come l’andatura. Mi colpisce la posizione dell’uomo. È  chino sul timone, quasi ad abbracciarlo stancamente, in un tutt’uno. È un ora particolare, l’ora in cui i pesci si muovono, penso vada per polpi, antica pesca che si fa dalla barca, beccheggiando con un richiamo bianco legato ad una lenza che si tiene fra le dita.
Il vecchio uomo –

appoggiata al timone

la salsedine
Giro lo sguardo verso il traffico, riparte la coda.

View original post

Annunci

3 thoughts on “Haibun

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...