Katauta (italian/english/german)

Caleidoscopio:

sboccia la primavera 

negli occhi di un bambino

*

Kaleidoscope:

spring blooms

in a child’s eyes

*

Kaleidoskop:

Frühling blüht

in den Augen eines Kindes

*

Risultati immagini per caleidoscopio

Elisa Allo

 

Versi postati anche sul blog “Memoria di una Geisha” per la Giornata Mondiale della Poesia 2017.

Poem also posted on the blog “Memory of a Geisha” for World Poetry Day 2017.

SENRYŪ (Italian/English/German)

Risultati immagini per vin brulè natale

*

senza guanti –

caldo l’abbraccio

del vin brulé

 *

without gloves –

the warm embrace

of Mulled Wine

*

ohne Handschuhe –

die warme Umarmung

von Glühwein

*

Elisa Allo

 

A my senryū published on Failed Haiku, issue 13 (January, 2017).

Un mio senryū pubblicato sulla Rivista “Failed Haiku”, n°13 (Gennaio 2017).

Haiku (english/italian)

under the moon

I draw a mandala

with closed eyes

donna-occhi-chiusi-luna

sotto la luna

disegno un mandala

ad occhi chiusi

*

unter dem Mond

ich zeichne eines Mandala

mit geschlossen Augen

*

Elisa Allo

Questo mio haiku è stato pubblicato oggi (16 Dicembre 2016) in The Asahi Haikuist Network, la rubrica del quotidiano giapponese Asahi Shimbun,  a cura di David McMurray, professore di studi interculturali presso l’Università Internazionale di Kagoshima. Per leggerlo sulla pagina, insieme a molti bellissimi haiku scritti da haijin provenienti da varie parti del mondo, cliccate QUI!

Tra questi spicca anche quello di Maria Laura Valente. Complimenti!

*

Questo haiku è stato scelto anche da Charlotte Digregorio il 24 dicembre per il blog  Charlotte Digregorio’s Writer’s Blog: grazie mille!

Samichlaus (San Nicola)

Samichlaus –

sotto i piccoli passi

scricchiola il bosco

*

Samichlaus –

the wood creaks

under small steps

*

Samichlaus –

unter den kleinen Schritten

das Holz knarrt

*

Elisa Allo

 

La tradizionale figura del Samichlaus (San Nicola) è onnipresente nella Svizzera centrale il 6 dicembre così come nei giorni precedenti e successivi a questa data. In molte località fa visita alle famiglie con bambini e si reca nei locali delle associazioni oppure nelle case di cura per anziani. Numerosi villaggi organizzano inoltre un corteo in onore di San Nicola, che a livello locale assume connotazioni differenti (Samichlaus-Einzug o Samichlaus-Auszug). Questo personaggio vestito di rosso percorre un tragitto predefinito accompagnato da Trychlern(suonatori di campanacci), Geisselchlöpfern (schioccatori di frusta), altre figure che portano lanterne, fiaccole e gli Iffelenträger. I suoi inseparabili compagni sono, oltre agli Schmutzli avvolti in una tunica nera, spesso un asino, raramente un pony, talvolta servitori e figure angeliche. Le origini di questi cortei risalgono al ludus episcopi puerorum nei monasteri, che si è poi diffuso in tutta l’Europa centrale (fonti). Spesso si organizzano passeggiate nei boschi con i bambini, accompagnati dalla scuola o dalle famiglie, fino alla capanna di Samichlaus, per ricevere dolci alla cannella, frutta secca (soprattutto, arachidi) e frutta fresca, come si può vedere nella foto a sinistra. La foto a destra, invece, è la nostra sacca di quest’anno appena riempita di leccornie.

San Martino

raeaebeliechltli20107

è san Martino:

di lanterne di rapa

s’accende il bosco

*

It’s Saint Martin:

turnip lanterns

light up the woods

 *

es ist Saint Martin:

Räbeliechtli*

den Wald leuchtet.

 

*Tedesco svizzero

L’11 di novembre si celebra l’Estate di San Martino, che dà il via alle feste natalizie e conclude il periodo della raccolta e dell’immagazzinamento delle provviste per l’inverno. In passato la festa di San Martino coincideva con la festa pagana in cui i contadini pagavano la decima ai padroni, di solito con bestiame, come le oche, ed è anche per questo che questa festa viene ricordata come la festa delle oche. Le lanterne vanno accese nel pomeriggio, e poi insieme ai bambini si portano ad illuminare i boschi aiutando gli animaletti a trovare le loro tane per l’inverno. Durante la passeggiata nel bosco vengono raccontate delle storie, come ad esempio “La pioggia di stelle” dei fratelli Grimm, oppure si cantano canzoncine come “San Martino cavaliere“. In Svizzera, si usa scavare con i bambini delle rape rosse per ricavarne lanterne e poi fare una fiaccolata notturna (Räbeliechtli-Umzug), che si conclude davanti ad un bel falò.

Elisa Allo