Autori in vetrina: Eufemia Griffo

Buonasera, miei cari amici Haijin!

Oggi vorrei inaugurare un’importante rubrica per il nostro blog: Autori in vetrina.

Inizialmente, avevo pensato di farlo una volta a settimana, ma ripensandoci, forse sarebbe meglio una volta al mese, per dare tempo a tutti di postare. Qualunque cambiamento sarà tempestivamente comunicato.

Ma bando ai convenevoli.

Oggi vorrei presentare una veterana: Eufemia Griffo.

Un’autrice che vanta all’appello quasi 10 anni di onorata carriera da haijin, ma molti di più come scrittrice e poetessa.

Le sue poliedriche capacità artistiche le consentono di spaziare dall’haiku, al tanka, al senryū, al keiryū, al renga, al sedoka, al katauta.

Insegnante della scuola dell’infanzia, mamma affettuosa, amica dolcissima e persona di grande sensibilità, riesce sempre a toccare le giuste corde dell’animo umano con le sue parole.

I suoi scritti sono permeati spesso di una sottile malinconia, altre volte invece emerge la sognatrice. In alcuni scritti la sentiamo romantica, in altri ancora attenta osservatrice della Natura e delle vicende umane.

Per fare qualche esempio:

*

cade una foglia –

una rossa, una gialla

poi un’altra ancora

*

ho tra le mani

lezioni di silenzio

– il cuore tace

*

oltre quel fiume

vedo altre primavere

è ora di andare

*

Solo la  poesia

sarà un volo infinito

verso i miei  sogni

*

Tutti noi la conosciamo perché gestisce da anni il multiblog Memorie di una Geisha, su cui troverete molte più opere. Il suo blog personale è Il fiume scorre ancora.

A questo link, potrete leggere la sua biografia letteraria completa.

Con un click sull’immagine, potrete accedere a tutte gli articoli finora pubblicati su “Ama no gawa”.

Buona Lettura e…

Complimenti, mia cara amica Eufemia!

fly

La nostra pagina su Facebook!

Buona domenica a tutti!

Mi accorgo solo ora di non aver ancora segnalato sul nostro blog, la corrispettiva pagina Facebook. Eccola qui: Ama no gawa – Blog di haiku, tanka, senryū, renga.

In attesa di riuscire ad inserirla in una finestra fissa sul template, andate a visitarla.

A breve, ci saranno delle novità.

Vi anticipo che ogni settimana ci sarà una vetrina per ogni Autore, con il link alle opere postate in passato sul blog. Deciderò un giorno alla settimana deputato per questo evento.

Purtroppo, negli anni, soprattutto a causa dello spostamento dalla piattaforma Splinder e questa, molti validi Haijin si sono allontanati dal blog.

Inoltre, impegni personali mi hanno impedito di seguirlo come avrei voluto.

Intanto, il tempo è trascorso comunque e il 28 settembre di quest’anno, il blog ha compiuto ben 10 anni di onorata carriera!

In virtù di questo evento, presto organizzerò una “festa“, in cui tutti voi sarete ovviamente ospiti d’onore.

Sono ben accetti suggerimenti, idee o proposte sia riguardo a come festeggiare degnamente, che per qualsiasi altro evento presente o futuro, al fine di migliorare e imcrementare le attività di questo blog.

Grazie a tutti, vecchi e nuovi, per la vostra presenza, anche silente.

Scrivere Haiku e affini è una passione meravigliosa che unisce cuori lontani, ma vicini nello spirito e nel sentire. Continuamo a farlo e a condividerlo con gioia.

Dimenticavo… BENVENUTI AI NUOVI ARRIVATI! 

E’ un onore ospitare su questa umile pagina degli Haijin tanto bravi!

La vostra rediviva Anfitriona Elisa/Etain 


Still life in a garden in autumn

Still life in a garden in autumn — Image by © Gilles Le Scanff & Joëlle-Caroline Mayer/Photononstop/Corbis

Tanabata Matsuri 2011

tanabata1.jpg

 Settima notte:

si rinnova l’incanto

del Tanabata

 

Come ogni anno, il 7 luglio si festeggia la settima notte”, ovvero ricorrerà la festa di Tanabata, corrispondente all’incontro delle stelle Altair e Vega nell’emisfero boreale, come ricorderete da questo post: Tanabata: La via lattea e l’incontro di due stelle.

Vi riassumo in breve…

In Giappone, è d’uso addobbare strade, usci, case, stanze, tetti con frondose canne di bambù, ornandole di cartigli di cinque colori recanti poesie d’amore, di desiderio e di attesa: i cosiddetti “tanzaku”. Poiché è credenza comune e molto diffusa che i desideri espressi in poesia nella notte di Tanabata siano destinati a compiersi entro tre anni.

Per far sì che i desideri si avverino, alla fine i tanzaku vengono bruciati.

Su “Ama no gawa”, attacchiamo i nostri tanzaku virtuali praticamente tutto l’anno.

Vi propongo di trascorrere la notte del 7 luglio di quest’anno depositando su queste pagine virtuali i nostri desideri, stavolta adottando i colori della tradizione nel testo o nelle immagini:

ROSA=AMORE BIANCO=PACE AZZURRO=PROTEZIONE
GIALLO=DENARO VERDE=SPERANZA ROSSO=PASSIONE

Visto che ho postato solo oggi e che la festa sarà domani, pensavo di prolungarla fino al 9, in modo da poter postare più desideri, quindi festeggeremo dal 7 al 9 luglio!

Quindi, cari haijin, “stelle” della nostra via lattea, accorrete numerosi e che ogni nostro desiderio venga esaudito!

  NB: tag “-tanabata“.

Etain

Il nostro omaggio poetico al Giappone – Il video di Autori Vari

Cliccate sull'immagine per vedere il film e spegnere il mini player a destra del blog

 

Hanno partecipato

Arashisei – Etain – Eufemia – Flavia – Francesca – Giovanni – Jalesh – Lucia – Massimo -RaggioLuminoso – Ruben – Rosemary – Tetractys – Verdefronda –

 Video realizzato da Eufemia
per il multiblog "Memorie di una Geisha".

Grazie Eufemia!