In attesa del trasloco…

Comunico a tutti i membri di questo blog, l'imminente cambio di indirizzo al link: https://tanzaku.wordpress.com/

Spero che via piaccia la nuova location…

Per il momento si potrà ancora postare su Splinder, se lo desiderate, visto che non ho ancora provveduto ad importare il blog su WordPress.
L'operazione non si prospetta semplicissima, ma appena posso provvederò ad eseguirla.

Gli haijin che sono già utenti di Wordpress, riceveranno a breve l'invito per iniziare a postare sulla nuova piattaforma, abbiate pazienza.

Se potete, comunicatemi i link dei vostri nuovi blog, per piacere, non perdiamoci di vista!

La vostra anfitriona
(per niente contenta di questo trasloco forzato)

 

Il nostro omaggio poetico al Giappone – Il video di Autori Vari

Cliccate sull'immagine per vedere il film e spegnere il mini player a destra del blog

 

Hanno partecipato

Arashisei – Etain – Eufemia – Flavia – Francesca – Giovanni – Jalesh – Lucia – Massimo -RaggioLuminoso – Ruben – Rosemary – Tetractys – Verdefronda –

 Video realizzato da Eufemia
per il multiblog "Memorie di una Geisha".

Grazie Eufemia!

Premio Dardos

L’amica blogger Nicoletta Perrone mi ha assegnato il Premio Dardos destinato "ai blog che hanno dimostrato impegno nel trasmettere valori culturali, etici, letterari o personali" .

Grazie di cuore.

Il regolamento del premio è questo:
1. accettare e comunicare il regolamento visualizzando il logo del premio
2. linkare i blog che ti hanno premiato
3. premiare altri 15 blog meritevoli avvisandoli del premio.

Siccome il premio è stato asseganto sia a questo blog che al mio blog personale, ho deciso segnalare in questa sede i blog che nutrono interesse alla cultura giapponese.
Ed ecco i 11 blog che ritengo meritevoli (gli altri 4 prossimamente…il pc mi si sta impallando):

Bunny Chan Monogatari

Hanabi Shinbun

Hanazakari no Mori

ljuba

News dal Giappone

Oradistelle

Tanka: lasciate aprire il vostro cuore

Shizuka ni…

Fortunecat.org

Memorie di una Geisha

Che sta succedendo?

Sayounara!

Apertura 7° edizione 2009 CONCORSO INTERNAZIONALE POESIA HAIKU IN LINGUA ITALIANA

CASCINA MACONDO
Centro Nazionale per la Promozione della Lettura Creativa ad Alta Voce e POETICA HAIKU

BANDISCE
7° EDIZIONE – CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA HAIKU IN LINGUA ITALIANA
 
possono partecipare: autori di ogni nazionalità e di ogni età
partecipazione: GRATUITA
scadenza: 31 maggio 2009

Partecipiamo!!!

 

Un wiki sugli haiku e sulla cultura giapponese

Gentili haijin di amanogawa, ho aperto da poco un wiki (un sito cioè modificabile da chiunque) sugli haiku e sulla cultura giapponese in generale. Visto il vostro interesse per l’argomento e visto lo spirito di ospitalità che anima questo blog vorrei invitarvi come amministratori per creare una sorta di enciclopedia a tema che raccolga i contributi di tutti.
Il sito ha indirizzo http://www.haij.in, è stato creato con piattaforma "wetpaint". Se siete interessati mandatemi un messaggio privato.
Agli amministratori fornirei anche un indirizzo email personalizzato del tipo nome@haij.in e eventualmente un blog con sottodominio nome.haij.in
Il progetto è aperto a tutti gli interessati. Sul sito si potrebbero inserire anche i profili personali di ciascuno di voi con un link ai vostri siti.
Vi ringrazio per l’attenzione.

Anche questo è Giappon

Manga su carta igienica

Da qualche giorno rimbalza in tutti i notiziari e trasmissioni radiofoniche la notizia di una trovata giapponese: poesia dedicata ai rotoli di carta igienica per salvaguardare l’ambiente.

A quanto pare un gruppo ecologista sostiene che una "poesia da bagno" ben posizionata all’altezza degli occhi di chi sta sulla tavoletta é in grado di diminuire fino a un massimo del 20% l’utilizzo di carta igienica per ogni ‘sessione’ privata.
Un paio di poesie tratte da tale "testo":

Ama la toilette

Quella carta ti conoscerà solo per un momento

Che dire? Davvero dei versi commoventi, vero? 
Con questa insolita iniziativa il gruppo dei ‘poeti da bagno’ spera di ridurre gradualmente lo spreco di carta igienica, che negli onnipresenti bagni pubblici nipponici è utilizzata in grande quantità – a differenza che nelle case – in quanto gratuita.
Non so se riusciranno ma sarei davvero curiosa di sapere COME hanno fatto la ricerca

Due nuove rubriche per “Ama no gawa”

Sayounara, cari haijin vecchi e nuovi.

 
Nel rinnovarvi i più sentiti ringraziamenti per la partecipazione alle iniziative e per il contributo che date alla vita del blog, stasera inauguriamo 2 rubriche fisse che proprio nuove non sono, nate da 2 iniziative molto apprezzate che figureranno insieme alle altre sulla colonna destra.
 
         Dialettaiku: il nostro personalissimo modo per conservare lemmi, suoni e colori delle nostre culture d’origine.

 
So che non tutti sono riusciti a lasciare il proprio contributo, in alcuni casi per motivi di tempo, in altri perché purtroppo pochi di noi ormai conoscono bene i dialetti. Sembra quasi un mondo sconosciuto cui accostarsi con timore, non è vero? Per questo credo che posso essere utile mantenere vivo l’interesse per la poesia in vernacolo: una finestra sul passato da lasciare socchiusa per coloro che vogliano affacciarvisi a scrutare un po’ della nostra storia.
 

         Fantaiku: haiku con la classica metrica di 5-7-5 sillabe ma di genere fantastico, fantascientifico, mitologico o fiabesco, ma che noi abbiamo poi esteso a tutti i generi di metrica giapponese.

Ebbene sì, ve lo ricordate?
Ci siamo divertiti insieme nel gennaio del 2007, niente meno.
Il fantaiku è stato teorizzato nel 1995 in America da Tom Brinks ed in origine era incentrato su un soggetto esclusivamente fantascientifico, poi le tematiche si sono estese, tanto che in Italia esiste un sito interamente dedicato a questa nuova forma poetica, Fantaiku, appunto.
Dal momento che molti di noi amano il genere, ho pensato di riproporlo con uno spazio tutto suo.
 
 
Cosa dovete fare per partecipare alle rubriche?
Lasciarvi andare alla creatività, postare e scegliere le tag – dialettaiku o – fantaiku.
Semplice, no?
 
Per ora è tutto.
 
Arigato gozaimasu!
 
La vostra umile Anfitriona