Di muschio e biancospino

Ti aspettai lassù

– Era freddo quel giorno –

tra cielo e terra

 

al confine del mondo

là ove il tempo è fuggito

 

Dimora irreale

dai contorni di fiaba

sogni e parole

 

biancospino e profumo

di nevischio e di muschio

 

Schegge  di neve

ricordi si perdono

nella memoria:

 

come cristalli sciolti

tra le fiamme danzanti

 

Punti di luce

argentei pulviscoli

nella buia notte

 

son spiriti errabondi

nell’eterno cammino

 

Azzurro il cielo

in un giorno d’Inverno:

fiume d’inchiostro,

 

chiazze di nero china

su una poesia inconclusa

 

~

Eufemia

 Dedicata a tutti coloro che abbiamo amato e che non sono più in questo mondo

Muschio silente

 

Tra le statue caduche

 

Ricordasempre.

 

 

Negli Abbracci di Gea

 

Discende il tramonto.

 

 

Piccole luci

 

Tra giardini di rami

 

Suono silente.

 

 

Ricordi alla luna

 

Lieve gocce di rose.

 

 

Fiori nel vento

 

Tra sentieri nebbiosi

 

Il tutto scorre.

 

 

Tra le canzoni d’ombre

 

Vedo la mia dimora.

 

 

 

Vela m’attende

 

Verso il porto dei padri

 

Sbuffi di pino.

 

 

Miraggi di colonne

 

Come un antico libro.