De rerum regÅ­la

Salve a tutti!
So di essere stata distante ultimamente e di questo mi dispiaccio, ma come sapete importanti impegni personali mi hanno temuta lontana dal web.
Vi assicuro, però, che quando posso ci sono e vi supervisiono.
Ringrazio di cuore quanti di voi continuano a postare e a lasciare commenti.
Questo blog è stato creato con uno spirito di estrema democrazia e fin dall’inizio siete stati tutti talmente bravi e partecipi che non ho ritenuto indispensabile la mia presenza per la sua sopravvivenza.
Tuttavia, aumentando il numero dei partecipanti e, soprattutto, dato il ridotto livello di monitoraggio da parte mia, ho maturato l’opinione che fossero necessarie delle brevi indicazioni per rendere tutti voi più indipendenti e, allo stesso tempo, seguire delle norme necessarie per mantenere una parvenza di ordine interno a questo blog.
Quindi vi propongo un breve “regolamento” (pur odiando io stessa questo termine): si tratta di uno strumento di autoregolazione della condotta da seguire per tutti noi, io per prima, e più che mai in mia assenza.
 
 
*************
 
Regolamento Amanogawa
 
 
  1. Un solo post al giorno per autore per non oscurare gli scritti altrui. A tale scopo, è stata introdotta la moderazione dei post, in modo tale che, se qualcuno di noi dimentica questa regola, il post in più resta “ibernato” fino al giorno seguente.
 
  1. Commentare prende tempo, ma favorisce il confronto: non è necessario commentare tutto, ma cerchiamo di lasciare almeno un paio di commenti ogni volta che passiamo dal blog. Meglio ancora se riuscissimo a commentare buona parte dei post in prima pagina, ma ovviamente ognuno ha il suo tempo, me compresa.
 
  1. Le immagini postate non devono superare i 400 pixel di larghezza al massimo e, se si può evitare, ogni post deve contenere non più di un’immagine, a meno che il loro uso non sia didascalico o giustificato dal contenuto del post (articoli culturali, componimenti multipli, haiga particolari ispirati a più immagini). Cerchiamo di non appesantire la pagina e di renderla bella esteticamente.
 
  1. Pubblicare opere uniche! Ossia: la maggior parte di noi partecipa ad altri blog di gruppo e spesso postiamo le stesse cose in contemporanea e nello stesso giorno (ovvio, è più comodo e lo faccio anch’io). Questo però crea una serie di inconvenienti che, a mio parere, diventa controproducente sia per noi che per i blog che ci ospitano: gli amici blogger che passano nei vari blog ci leggono una volta, al massimo due, poi smettono di leggere e di commentare perché tanto l’hanno già fatto altrove! Di conseguenza, aumentano il numero di nostri post pubblicati in giro per il web, ma la popolarità e soprattutto il valore del blog ospite vanno a scemare. Pertanto, chiedo a tutti di pubblicare scritti che non siano stati postati contemporaneamente in altri blog al fine di rendere questo spazio diverso e più gradevole da fruire per il lettore di turno.
 
  1. Questo non è solo un blog di poesia! Articoli sul Giappone, segnalazioni relative ad eventi, costumi, leggende, cucina, film, libri, manga, insomma cultura nipponica in senso lato, sono sempre arricchenti e, soprattutto,  in linea con lo spirito con cui questo blog è stato creato.
 
  1. Iniziative personali sono auspicabili e benvenute, purché mi vengano comunicate con il dovuto preavviso: potrebbero esserci problemi di organizzazione o di tempi per la sottoscritta che, pur essendo una padrona di casa estremamente indulgente (ed assenteista), deve poi sempre gestire la pagina a livello tecnico.
 
*************
 
Ricordare queste semplici regole aiuta tutti noi, me inclusa, a rendere più vivace ed interessante questo blog!
Come ricordavo altrove, un blog non appartiene solo al moderatore, ma dipende dall’impegno di tutti i suoi partecipanti!
 
 
Spero comprendiate la decisione di creare questo regolamento – sofferta, vi assicuro – e vi invito ad esprimere la vostra opinione in proposito.
 
Per finire, vi comunico che nonostante gli apparenti tempi morti di queste pagine, le novità non mancheranno.
Siate fiduciosi.
 
Etain
 
 
Annunci